lunedì 27 marzo 2017

POST N.268 - Lavori al sottopasso Bellini a Riccione

da Altarimini


Partirà nella prossima notte l'intervento di realizzazione del sottopasso di via Bellini, in zona porto a Riccione. Quest'opera, l'ultima di rilievo delle opere previste per la realizzazione del TRC, è stata programmata nel periodo che precede la Pasqua e sarà concentrata in giorni e orari tali da ridurre al massimo il disagio per la cittadinanza, specialmente cercando di limitare per quanto possibile i rumori al minimo. Tale opera, importante e strategica per il collegamento monte-mare, verrà eseguita senza mai interrompere il traffico veicolare, nel rispetto dei tempi previsti dal cronoprogramma, prima dell'inizio della stagione estiva e comunque con un'interruzione dei lavori durante il periodo pasquale così da non arrecare danni alle strutture ed attività turistiche locali. 

Il dettaglio dei lavori

Nella notte fra lunedì 27 e martedì 28 marzo entreranno nel vivo gli interventi per la realizzazione delle opere al di sotto della linea ferroviaria Bologna–Ancona del sottopasso carrabile di via Bellini a Riccione (lato sinistro del Porto).

Le attività lavorative avranno inizio con il posizionamento della struttura di protezione sottostante il fascio dei binari da parte della Ditta ESSEN che avverrà in orario notturno in regime di interruzione del traffico ferroviario e si concluderà venerdì 31 marzo. 

A partire da sabato 1° aprile saranno svolte le attività propedeutiche alla spinta del monolite costruito negli scorsi mesi nella parte terminale del viale Bellini - lato mare della linea ferroviaria.

Tale scelta progettuale (variante rispetto al progetto iniziale che prevedeva tale realizzazione sul lato monte) ha permesso di semplificare le lavorazioni e diminuito l’impatto delle stesse nella zona, evitando lunghe chiusure al traffico lungo il viale Rimini nella zona del Porto.

Le attività di spinta del monolite al di sotto della linea ferroviaria avverranno nelle giornate fra venerdì 8 e domenica 10 aprile.

I lavori di realizzazione della parte di opera al di sotto della linea Bologna–Bari si concluderanno nei primi giorni della settimana che precede la Pasqua con lo smontaggio delle strutture di protezione dei binari, previsto sempre in orario notturno in regime di interruzione del traffico ferroviario.

Terminate tali attività, il cantiere si fermerà per un breve periodo in coincidenza delle festività Pasquali e verrà riaperto mercoledì 19 aprile, quando inizieranno le lavorazioni per la costruzione delle rampe di ingresso ed uscita del sottopasso.

L'opera sarà conclusa entro il mese di maggio come previsto dal cronoprogramma delle attività lavorative.

Tutte le lavorazioni per la costruzione del sottopasso carrabile di via Bellini sono state oggetto di un lungo e articolato lavoro di coordinamento con il gruppo FS, impegnato anch'esso nella medesima zona per i lavori di velocizzazione della Linea Adriatica e per la ristrutturazione della Stazione di Riccione FS.

Il sottopasso carrabile di via Bellini risulta l’ultima delle 37 opere d’arte necessarie alla realizzazione del Trasporto Rapido Costiero ed è stata una delle più complesse dell’intero tracciato in quanto ha dovuto tenere conto di notevoli interferenze con impianti e infrastrutture ferroviarie (fra l’altro oggetto di rinnovamento in corso d’opera per la velocizzazione della tratta) e della vicinanza delle sponde del porto canale per le quali sono risultate indispensabili opere speciali di protezione.

La collaborazione fra gli Uffici preposti dell'Amministrazione Comunale di Riccione e la Direzione Lavori del TRC ha permesso, per tutto il periodo preparatorio di tale opera, di ridurre l’impatto ed i disagi per la cittadinanza; si evidenzia infatti che tutti i lavori sono avvenuti ed avverrano senza chiusure al traffico lungo il viale Rimini.

martedì 21 marzo 2017

POST N.267 - Piattaforma Stazione

Secondo il Corriereromagna di ieri lunedi 20 marzo, il comune ha completato una bozza di proposta da presentare a sistemi urbani fs.

Verrebbe ridisegnata l'area che fronteggia la stazione, si prevederebbe zona dopolavoro fs un parcheggio pubblico interrato e uno multipiano, la sede unica del comune, una piazza ed un parcheggio pubblico di 300 posti. Nodo di interscambio tra stazione e trc (ma questo si sapeva).sarebbe programmato un parcheggio multipiano a servizio degli utenti della stazione e collegato a quello della sede unica del comune. Verrebbe prolungato il sottopasso centrale della stazione anche lato mare.
Si pensa anche allo sviluppo di un polo didattico e culturale collegato alla riqualificazione dell'anfiteatro sul quale sorge l'asilo svizzero, centro di eccellenza al quale serve una nuova sede.

Chiamamicittà pubblica anche una cartina nella quale viene individuata la collocazione delle funzioni:


Questo invece è un rendering che circola di Sistemi Urbani FS



Considerazioni
Secondo lo schema di chiamamicittà la sede degli uffici comunali verrebbe realizzata dove invece attualmente è prevista la localizzazione del transit point e la stazione delle biciclette (Ex-Globo).
Se quindi partono i lavori all'ex-Globo penso sia difficile che sia questa la localizzazione degli uffici del Comune inserita nella proposta, perchè altrimenti farebbero poi i lavori due volte.




martedì 28 febbraio 2017

POST N.264 - Inizio lavori area ex Globo e fermate TRC

Il Comune di Rimini in una nota diffusa relativa ai prossimi cantieri comunica l'inizio dei lavori a marzo per l'area ex globo (ciclostazione e ciclofficina) e sempre in area stazione ferroviaria dell'autostazione TPL, Capolinea e fermate TRC.

Sotto il link della nota:



domenica 26 febbraio 2017

POST N.263 - OT Piano di riforma del trasporto pubblico regionale

Ecco l'intervento di Donini, Assessore ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna, relativo al Piano di Riforma del trasporto pubblico regionale.
Le slide si trovano a questo indirizzo:
https://www.slideshare.net/RaffaeleDonini/il-futuro-del-trasporto-pubblico-dellemiliaromagna


sabato 18 febbraio 2017

POST N.262 - Costituita Agenzia Mobilità Romagna

Come già precedentemente descritto nei post precedenti è stata costituita l'Agenzia Mobilità Romagna (AMR). Gli assets relativi al TRC dovrebbero quindi confluire a PMR.

Per documentazione sull'argomento vedi anche tag sotto indicato: